Torna a tutti gli articoli

Arredare la cameretta. Quando il fai da te fa la differenza

23 novembre 2015
sweetasacany

Qualche tempo prima dell’arrivo di un bimbo scatta l’ansia da “devo preparargli tutta la cameretta!”. C’è a chi scatta prima e chi invece lascia tutto per le ultime settimane. Come sempre, anche in questo caso una giusta via di mezzo è la cosa migliore. Se da un lato può essere un momento stressante per tante mamme, dall’altro è anche una grande gioia e in tante non vedono l’ora di cominciare a preparare un nido sicuro e bello per il proprio bambino.

Posto che tra gli essenziali rientrano il lettino, un mobile per contenere tutti i vestiti, il fasciatoio e personalmente aggiungerei anche un mangiapannolini a prova di bomba atomica, ciò che fa davvero la differenza sono i tocchi personali che potete aggiungere alla stanza.

In quelle ultime settimane di attesa è bello creare qualcosa di speciale per il vostro cucciolo e personalizzare l’ambiente può essere un modo per renderlo più accogliente. Potreste scegliere delle belle carte regalo e ritagliare dei quadrati o rettangoli della misura che preferite, incorniciarli e creare una parete decorata in modo originale con pochissima spesa. Io l’ho fatto per la stanza delle gemelle scegliendo online delle carte dai colori pastello e dalle stampe geometriche.

Un’altra idea è quella di personalizzare i mobili sostituendo i pomelli in dotazione con altri più divertenti e colorati. In commercio ormai se ne trovano davvero tanti e vi assicuro che il risultato è garantito.

Un’altra bella idea è quella di decorare la parete dietro al lettino ritagliando tante farfalle di carta di varie dimensioni. Vi basta cercare online le silhouette ed il gioco è fatto; vi basterà stamparle ed usare come forma per ritagliare le vostre carte colorate. Per un maschietto invece potreste creare tante girandole di cartoncino. Farle è davvero semplice e sempre in rete trovate tanti tutorial. Io anni fa ne feci uno sulle coccarde, anche quelle oltre ad essere utili per i pacchetti sono belle anche come decorazione da parete.

La stanza del piccolo non è solo quella in cui va a nanna ma anche il luogo in cui trascorrerà molto tempo a giocare, scoprire e imparare. Il luogo in cui insieme a noi vivrà tanti momenti speciali e per questo è importante renderlo un ambiente tranquillo, rilassante e piacevole.

 

A cura di Federica Piccinini, www.sweetasacandy.com

  1. Giorgia Marini

    A causa della nostra piccola casa, non abbiamo potuto dedicare molta attenzione alla stanza della nostra piccola. Per fortuna, dalla settimana prossima, cambieremo casa, dove la nostra bimba avrà una stanza tutta per sè. Allora mi divertirò a realizzare tante piccole idee che ho in mente da un pò, per rendere tenero ed accogliente il suo nido. Nel frattempo, farò tesoro dei suggerimenti di questo post!

  2. Alessandra Maga

    Io sono al secondo round e la cameretta richiede un restyling… Per ora ordinato nuovo lettino in stile Montessori e in attesa dell’armadio grande!
    I consigli per la personalizzazione sono interessanti… Dalla prossima settimana (finalmente a casa in maternità) mi dedicherò a queste attività creative. Grazie!!

  3. Rachele Asnicar

    La cameretta del mio bimbo è piccolina, ma ho puntato sui colori cercando di renderla armoniosa. Devo ancora ultimarla anche se lui ormai ha due anni, ma conto nei prossimi mesi di aggiungerci qualche dettaglio.

  4. carmen troncone

    La cameretta di mia figlia, l’ha dipinta mio marito di rosa chiaro.. Poi ho trovato in una nota catena che vende mobili delle bellissime lettere con le quali comporre parole o frasi da appendere… Le prime che acquistai furono quella per comporre il suo nome che abbiamo attaccato al muro sopra il suo lettino!

  5. beatrice borini

    Anch’io sono stata sul minimal, non avendo molto spazio in casa. La cameretta della bambina era il mio studio da lavoro, ora ce la dividiamo a metà. Per il computer ho creato un tavolino “portatile” con un mobiletto a ruote che posso spostare dove voglio, nella libreria ho liberato i ripiani più bassi per far spazio ai suoi giochi e libretti. Ho poi aggiunto il lettino e un bell’armadio grande (anche questo in condivisione) e il gioco è fatto 😉

  6. valentina mandotti

    Noi abbiamo la fortuna di avere una cameretta abbastanza grande, dove siamo riusciti a far stare comodamente un armadio 4 ante, il lettino e il fasciatoio (fondamentali). A ciò pian piano abbiamo aggiunto un angolo lettura con due mensole alla sua altezza e dei cuscini sul pavimento, è una soluzione Ikea scrivania+contenitore. Alle pareti, da una parte la silhouette di una casetta con degli aeroplanini mobiles che penzolano sopra e dall’altra parte una scritta a contrasto sul muro.
    Per ora ci pare vada bene, ma man mano che crescono cambiano le esigenze, quindi sarà sempre un work in progress!

  7. Flavia Eleonora Gozzi

    Ho sempre sostenuto che la cameretta dei bambini deve essere per loro e non per il gusto di arredare delle mamme, perciò l’ho arredata con colori, sticker murali, e giocattoli che potessero usare in libertà. perchè quello deve essere il loro regno magico, il posto in cui posso lasciarceli a giocare certa che possano toccare tutto senza farsi male.
    se tornassi indietro eliminerei il fasciatoio (che ora è un materassino di gomma sulla lavatrice in bagno) e il mangiapannolini perchè tanto la spazzatura è in terrazza. i lettini dei bimbi sono montessoriani (certo dai 7 mesi in poi e addirittura il grande a un anno si è trasferito in un letto singolo normale) per cui possono disporre dei loro spazi proprio come preferiscono! ogni tanto compaiono farfalle di carta appese al lamparazzo, come suggeriva anche Federica, o quadretti decorati in vario modo. L’armadio è decorato con sticker di fatine e tutte le più belle foto della famiglia, sulla parete di fronte invece è ricreato sempre con gli stickers il mondo alieno (ho trovato tutto su internet in un fantastico sito inglese).
    Entrare nella loro stanza è piacevole anche per noi adulti, perchè siamo circondati di colori e magia! e ce lo godiamo seduti sul tappetone peloso e sui grandi cuscini per terra con il lupo di cappuccetto rosso e i pirati!
    Unica e sola regola per tutti: togliersi le scarpe entrando, sennò la lumachina che abita nella porta rossa proprio fuori dalla stanzetta vi sgrida! 😛

  8. Lucia Rocchi

    Carina l’idea delle girandole! Noi abbiamo riadattato all’arrivo del secondo figlio la cameratta del grande. sfruttando mobili che già avevamo. Gli sticker e gli adesivi per mobili e muri sono la vera rivoluzione: trasformano una stanza!

  9. Barbara Bruni

    Ho la fortuna di disporre di una camera da letto e di una stanza adibita al gioco. Trovo questa distinzione molto comoda sia per me per riuscire a tenere più in ordine la casa, sia per mio figlio che sa quando ci si può scatenare e quando è il momento di andare a riposare. La sua camera da letto è piuttosto sobria anche perché non ci passa molto tempo mentre la stanza dei giochi è colorata e decorata con adesivi murali giganti.

  10. Gaia Solimine

    Noi siamo alla ricerca della soluzione giusta per arredare la cameretta di mia figlia. La stanza non è molto grande ma dobbiamo trovare il giusto compromesso tra lo spazio necessario a lei per giocare e gli armadi che comunque servono. Di sicuro però non mancheranno colori vivaci e gli stickers murali che farò scegliere a lei. Quello dovrà essere il suo regno per ora solo per giocare ma spero presto anche per dormirci.

  11. Stefania Benedetti

    l mio bimbo non ha ancora una cameretta tutta sua, ma come l’avrà ho già in mente di seguire alcuni dei consigli che ho trovato qui. Mi piace l’idea dei pomelli e adoro la decorazione on il cartone, già non vedo l’ora di mettermi all’opera

  12. Sabina Rossi

    Io li ho tutti e 3 nella stessa cameretta, è proprio vero che diventa il loro rifugio, dove tutto parla di loro! Stiamo un po’ stretti ma ci piace così…

  13. elisa guidetti

    Arredare le camerette per i bambini è un divertimento, ci sono veramente infinite cose che si possono fare/comprare per renderla accogliente. Ma il problema vero è tenerle in ordine quando inziano a camminare e toccare ogni cosa. Diciamo che diventa fondamentale saper chiudere un occhio!

  14. Daniela De Pasquale

    Dopo i primi anni un po’ arrangiati con mobili nuovi, vecchi e tanti oggettini e stickers colorati per arredare uno spazio piccolo, per il nuovo anno ci prepariamo a realizzare la prima cameretta vera. C’è l’imbarazzo della scelta! Spero in un bel colpo di fulmine su Pinterest come punto di partenza!