Torna a tutti gli articoli

10 rimedi anti-caldo in gravidanza

25 luglio 2017
Mamma con il pancione che cammina sul bagnasciuga in estate

In gravidanza è molto più difficile sopportare il caldo per via degli ormoni che provocano una dilatazione di tutti i vasi sanguigni facendo aumentare la sudorazione e la percezione del calore.
E poi i chili in più sul pancione fanno il resto, rendendo più faticosi i movimenti con temperature sopra i 30 gradi.

Per godersi le vacanze basta però tenere a mente questi 10 rimedi anti-caldo suggeriti da ostetriche ed esperti.

  1. Bevi di più e bevi prima di avere sete. Quando si aspetta un bimbo la regola di portarsi sempre in giro una bottiglietta d’acqua naturale dovrebbe essere rispettata alla lettera, perché è indispensabile reintegrare i liquidi persi con il sudore e nello stesso tempo, bevendo spesso si riescono a tenere a bada i bruschi cali di pressione tipici della gravidanza.

  2. Occhio al sole.  In gravidanza c’è una maggiore attivazione del sistema della melanina, che può favorire la comparsa di anti-estetiche macchie sul volto (maschera gravidica). Per prevenirla è importante non restare al sole nelle ore centrali della giornata e applicare sempre una crema solare con filtro 50.

  3. Non appesantirti con il cibo. Fai il pieno di frutta e verdura fresca (lavandola con molta cura se la si consuma cruda!) alimenti ricchi di acqua e vitamine. Evita invece fritti, intingoli e cibi eccessivamente grassi.

  4. Attenta all’aria condizionata. Se l’aria condizionata può sembrare l’unico rifugio all’afa, non va presa troppo alla leggera. Gli sbalzi eccessivi di temperatura non sono salutari e i filtri dei climatizzatori, se non sono puliti e revisionati, possono essere veicolo di batteri anche pericolosi.

  5. SOS crampi. Quando si suda, oltre a perdere liquidi, si perdono anche sali minerali. La loro carenza può causare qualche crampo. Per evitare i fastidiosi crampi oltre a consumare frutta e verdura, come suggerito al punto precedente, ogni tanto può essere utile ricorrere agli integratori di potassio e magnesio.

  6. Riposati nelle ore più calde. Dopo pranzo quando l’aria diventa bollente, è il momento giusto per ripararti in un luogo fresco e stenderti per una pausa relax, magari tenendo le gambe leggermente sollevate rispetto al corpo per favorire la circolazione. Un letto, un divano, un lettino o l’amaca, l’importante è staccare la spina e rilassarsi.

  7. Rinfrescati in mare, in piscina o in vasca. Approfitta del mare o di una piscina per immergerti e trovare attimi di refrigerio. Va bene anche la vasca di casa per un immediato effetto refresh, soprattutto se si aggiunge all’acqua tiepida dell’amido di riso.

  8. Vestiti freschi. L’abito fa il monaco almeno in estate, quando conviene preferire abiti dalle linee morbide in tessuti naturali come il lino o il cotone che scivolino sul pancione senza costrizioni.

  9. Lo spray in borsetta. Uno spray di acqua termale è un rimedio di emergenza che può donare immediato sollievo in tutte quelle situazioni di caldo soffocante. Portalo sempre in borsetta, ti sarà utile!

  10. Modera le attività sportive. Non c’è motivo di sospendere del tutto l’attività fisica con l’arrivo del caldo, ma bisogna sicuramente ridefinirne i tempi e i modi con criterio: sì alle nuotate o alle lunghe passeggiate al tramonto sul bagnasciuga o allo yoga mattutino, no alle maratone sotto il sole o alle lunghe sedute in palestra con l’aria condizionata effetto Alaska. 🙂

  1. Jessica La russa 25 luglio 2017

    Io ho affrontato gli ultimi mesi di gravidanza in estate ed abito in Sicilia dove ci sono sempre 35 gradi all’ombra.. Il post è molto utile e la cosa più importante è sicuramente restare a casa nelle ore più calde..

  2. Emanuela Rossi 25 luglio 2017

    Sono alla mia terza gravidanza e sono di 7 mesi e mezzo… inutile dire che il caldo di questo periodo mi sta davvero rendendo le cose poco semplici 🙁
    Ho trovato i consigli di questo articolo, ottimi!

  3. Donatella Broccardo 31 luglio 2017

    Ho partorito ad ottobre ed ho lavorato fino a metà agosto andando in ufficio con la metropolitana. Abito a Roma ed ho detto tutto. Ricordo che bevevo tantissimo (ed io già bevo tanto naturalmente) e spesso sognavo granite rinfrescanti al limone. E’ stata un’estate molto calda e non ha aiutato di certo il mio stato di futura mamma. La piscina vicino casa è stata la mia fortuna e l’acqua termale ancora la uso oggi, sia per me sia per mia figlia. Avere il pancione in estate è difficile, ma non impossibile 😉

  4. Alessandra Voto 1 agosto 2017

    Ho partorito ad inizio agosto di 2 anni fa e quell’estate è stata definita la più calda degli ultimi 136 anni! Quindi condivido tutti questi consigli. Ciò che mi faceva stare bene era bere tanto, avere sempre vestitini di cotone leggerissimi e spruzzarmi dell’acqua termale sul viso e gambe.

  5. nancy ciurli 2 agosto 2017

    Ho partorito in una delle estati più calde degli ultimi anni e andavo in giro con l’ombrellino parasole, ventaglio e una salvietta per asciugare il sudore.
    Nelle ore più calde stavo a casa, immobile, cercando di trovare un pò di fresco e passavo le serate coi piedi in ammollo in acqua fresca.
    Per un periodo sono stata al mare e lì mi sono rigenerata, stavo tutto il giorno in mare, camminavo o nuotavo e provavo davvero piacere, soprattutto a gambe e caviglie.
    Gli ultimi due mesi , con il termometro che sfiorava i 40 gradi, sono stati davvero tosti 😉

  6. Romina C. 17 agosto 2017

    Ottimi consigli, soprattutto quello di bere moltissimo e di ricorrere – se necessario – ai sali minerali, a me hanno sollevato tantissimo dalla pesantezza alle gambe e dolore ai talloni causa peso e caldo. A volte può essere sottovalutato il caldo in gravidanza ma in realtà fra pesantezza, pressione bassa e rischio disidratazione non è affatto una passeggiata, bisogna davvero stare attenti a molti dettagli. Anche solo un giorno senza bere abbastanza può dare conseguenze! Vissuto in prima persona! Quindi pancine bevete, bevete tanto!