Torna a tutti gli articoli

Andare a spasso con il tuo bebè. Un posto adatto per ogni età

8 agosto 2017
Mamma sorridente in un prato guarda con amore la sua bimba con un fiorellino in mano

I primi mesi di vita di un bambino sono un momento meraviglioso che rimarrà indelebile nella vostra memoria di mamma per tutta la vita.

Il vostro piccolino sta imparando cose sempre nuove. Gli stimoli che riceve dal mondo esterno sono tantissimi e sarà proprio questo il momento in cui potrà imparare e crescere più velocemente di qualsiasi altra fase della sua vita. E’ stupefacente la velocità con cui un bambino impara a conoscere il mondo che lo circonda. Ci sono però alcune attività che stimolano l’apprendimento e l’appagamento del vostro bimbo più di altre.

Cosa è consigliabile fare con il vostro bebè durante i primi mesi di vita

Alla ricerca delle attività più adatte al bebè, spesso le mamme si chiedono quale siano le cose migliori da fare e dove andare. Non ci sono regole ferree per stabilire come e quando portare fuori il vostro piccolino. Se non fa troppo caldo o troppo freddo, si può decidere di andare a prendere una boccata d’aria fresca. Nei luoghi pubblici (come i centri commerciali, bar, negozi, ristoranti, cinema, e aerei) cercate di fare attenzione a non esporre il neonato agli sbalzi climatici dovuti all’utilizzo dell’aria condizionata, alle infezioni e ai batteri che gli altri possono portare. Il sistema immunitario di un bebè è ancora vulnerabile e facilmente attaccabile.

Alcuni medici preferiscono consigliare ai genitori molta prudenza per i primi mesi di vita, se devono portarlo in spazi pubblici affollati. Per i neonati di età inferiore ai 2 mesi, le uscite vanno dunque ponderate perché, bisogna stare attenti e considerare in primis la vulnerabilità del sistema immunitario dei lattanti. Durante questa fase, i genitori potranno mettere da parte l’idea di portarli in piscina, al lago, in spiaggia, e così via, se non per brevissimi periodi e con tutte le precauzioni del caso. Niente paura, ci sono tantissime alternative a cui dedicarsi per trascorrere il tempo in maniera divertente e costruttiva per il vostro maschietto o femminuccia e, perché no, anche per voi.

Ci sono tantissimi giochi da fare per intrattenere i pargoletti. Ogni bebè è diverso, quindi vi basterà cercare di capire cosa attrae maggiormente il vostro e puntare su quello. Vedrete e apprezzerete la sua capacità di riuscire a divertirsi di gusto anche con poco. Nei primi mesi di vita di un bebè è davvero possibile intrattenerlo e farlo divertire senza per forza portarlo in luoghi a rischio per la sua salute. Le cose da fare insieme a casa o in un luogo sicuro sono tantissime: dal cantare canzoncine e filastrocche, al mostrargli oggetti sempre nuovi e interessanti, come libri o giocattoli vari, a voi la scelta!

Sagge precauzioni da prendere prima di uscire con un neonato

Una volta che avete appurato con il vostro pediatra che potete portare fuori il vostro bimbo e passare del tempo all’aria aperta, preparatevi all’avventura e:

  • assicuratevi che abbia fatto tutti i vaccini necessari;
  • evitate di esporre il bebè a contatto con persone malate o con sintomi come diarrea e raffreddore;
  • chiedete a chi tocca il neonato di lavarsi prima le mani;
  • assicuratevi che vostro figlio sia adeguatamente vestito a seconda della temperatura esterna;
  • portate sempre i suoi ricambi e teneteli a portata di mano per eventuali imprevisti;
  • non dimenticate il suo ciuccio e il suo peluche preferito. Potrebbero essere utili mentre siete fuori.

Cose da fare dopo i primi 6 mesi

In questo periodo vi delizierete ad accorgervi dei repentini cambiamenti in atto nel vostro piccolo cucciolo. Resterete esterrefatte nell’assistere alla rapidità della crescita e alla sempre più marcata curiosità che il vostro bebè mostrerà verso il mondo e soprattutto verso di voi, che lo guardate e gli sorridete sempre tanto amorevolmente. Poche cose al mondo sono preziose come osservare il vostro tesoro di bambino mentre sperimenta ogni piccola novità. Scoprire il mondo attraverso i suoi occhi sarà per voi mamme come rinascere, riscoprire quel sentimento fanciullesco di stupore che si prova di fronte alle meraviglie del mondo. Ogni cosa che farete con lui sarà un piacere e una scoperta, sia per voi che per lui.

Una gita al mare, al lago o in montagna

Con l’arrivo del caldo, se avrete l’opportunità, cercate di andare a trascorrere un po’ di tempo al mare o in montagna, dove l’aria è senz’altro migliore e più fresca che in città. La raccomandazione più importante riguarda la protezione dai raggi del sole, che, per tutti ma soprattutto per i più piccoli, se presi direttamente e senza protezione, sono davvero nocivi. Proteggete sempre il vostro bebè con creme e cappellini ed evitate di portarlo in spiaggia durante le ore più calde. I momenti ideali per portarlo a fare una passeggiata all’aperto a prendere aria buona, sono al mattino presto e alla sera prima del tramonto.

L’emozione del primo viaggio con il vostro pargolo

Visto che siamo in periodo di vacanze estive, insieme alle molte cose che si possono fare con i bambini, ci sono anche le partenze per il mare o per le altre mete vacanziere, a seconda dei programmi di ogni famiglia. L’importante è abbandonare la città e rigenerarsi altrove. Che sia in aereo, in macchina o in nave, prima di organizzare una vacanza con il vostro bimbo, è sempre una buona idea consultarsi con il pediatra per fare il punto della situazione e assicurarsi di avere tutto pronto e preparato. In cima alla lista dei consigli della SIP (Società Italiana di Pediatria) c’è quello di godersi appieno il tempo condiviso con i propri figli. E su questo punto siamo tutte d’accordo!
Ma non dimenticate gli altri suggerimenti, che vi elenchiamo qui di seguito, perché sono altrettanto importanti, anche se più pragmatici:

  1. E’ molto importante avere sempre l’acqua a portata di mano soprattutto con il caldo stagionale. Meglio evitare le bevande zuccherate o gassate come i succhi o l’acqua gassata e bere direttamente acqua o spremute fresche.
  2. Bisogna tenere a mente che il pasto più importante rimane sempre la prima colazione, quindi non trascurate questo aspetto soprattutto in estate quando con il caldo e l’attività fisica si ha bisogno di tanta energia.
  3. Proteggere la pelle da insolazioni e raggi solari in estate è fondamentale. Ricordate di portare sempre cappellino e occhiali da sole ovunque andiate, in barca, al mare o in montagna. Non sempre potrete trovare l’ombra. Questo vale anche per voi mamme!
  4. Come tutte le cose, la giusta via di mezzo è sempre la più saggia, quindi i pediatri della SIP raccomandano anche di prendere il sole dato che attiva la sintesi della vitamina D che è importantissima per lo sviluppo e la crescita del bambino, dunque prendere un po’ di sole va bene ma con prudenza e sempre con la crema ad alta protezione. E anche in questo caso questa raccomandazione vale anche per voi mamme!
  5. Purtroppo un attimo di distrazione può scatenare incidenti e conseguenze drammatiche se non fatali. Una raccomandazione che ad alcuni può sembrare banale, ma che invece purtroppo è importantissima, è quella di non lasciare mai soli i bambini. Non lasciarli mai incustoditi è la prima regola che ogni mamma impara appena diventa mamma. Al mare o in piscina, anche se nuotano con braccioli e salvagente, o anche se sono in compagnia di amichetti o fratelli più grandi, richiedono sempre la supervisione di un adulto.

  1. Francesca Praga 19 agosto 2017

    Con il primo figlio facevo molta fatica a spostarmi da casa, poi ho imparato che una gita fuori porta fa bene sia a lui che a noi genitori: siamo tutti più rilassati e quindi anche sereni. Con la mia terza bimbi eravamo tutti in montagna a 4 giorni dal parto (è nata in estate) e ci siamo rimasti per più di un mese.. è stata un’esperienza bellissima!