Torna a tutti gli articoli

Giocare in casa con i bimbi piccoli

28 dicembre 2017
Mamma che gioca sul tappeto con il suo bimbo

Giocare in casa per piacere o per necessità

Con i bimbi piccoli, giocare in casa, specialmente d’inverno, è una necessità.
Certamente portare fuori il bambino ogni giorno, in un parco o giardino pubblico, lontano dal traffico cittadino, è un’ottima regola, sia per la salute del piccolo, sia per la sua socializzazione ed interazione con persone diverse dal suo nucleo familiare. A volte però, è proprio impossibile farlo, vuoi per le condizioni atmosferiche troppo rigide, vuoi per indisposizione del piccolino.
Ecco allora che il gioco in casa diventa importante per divertirlo e stimolarlo.

Tutti a casa appassionatamente

Quando i bimbi sono piccoli, la cosa importante è la presenza del genitore. Non occorre quindi inventare giochi, basta sedersi accanto a lui sul tappeto e colorare o fare costruzioni insieme. I bimbi vanno abituati fin da piccoli a giocare da soli. Fate in modo che la casa sia sicura e mettete a loro disposizione i cassetti di un mobile alla loro altezza. Riempiteli di oggetti non pericolosi e non pesanti. Si divertiranno ad aprirli, svuotarli e poi riempirli di nuovo. Una vera e propria esplorazione per loro, da fare in totale autonomia. Un piacere questo che rimarrà per tutta la vita.

A casa con creatività insieme ai bebè

Lasciate che siano sempre i bimbi a condurre il gioco, che decidano cosa fare. Date loro gli strumenti adatti e sicuri e la loro creatività ed inventiva verrà stimolata in automatico.
Coi bimbi più grandi, invece, potrete fare in modo che giochino coi loro amici o compagni di scuola, invitandoli in casa.
Autonomia, creatività e socializzazione, sono l’insieme perfetto per offrire ai vostri piccoli gli strumenti adatti a uno sviluppo ottimale della loro formazione e crescita.

Tanti giochi per casa

Cercate di mettere a disposizione dei vostri bambini giochi adatti. Per i più piccoli, servono oggetti che possano essere manipolati facilmente dalle loro manine, usati generalmente per scopi diversi, così da stimolare la loro attenzione e la loro voglia di sperimentazione.

Giocare da soli o in compagnia

Giocare da soli sviluppa la fantasia: creare personaggi immaginari, interpretarli con voci diverse e inventare storie fantastiche non li farà certo sentire soli. Ai più grandicelli, è importante insegnare che ogni gioco ha le sue regole, soprattutto se collettivo. Regole che vanno osservate nel rispetto degli altri. Anche perché spesso si tratta di regole che salvaguardano anche la sicurezza dei bambini: non ci si arrampica sul mobile, non si lanciano gli oggetti e così via.
Se vogliamo che il nostro piccolo trascorra del tempo giocando da solo, dobbiamo fornire gli strumenti adatti perché ciò avvenga nel modo migliore e sicuro.

Tuo figlio a che gioco gioca?

Ogni genitore saprà quali sono le preferenze e le inclinazioni del proprio figlio. Proponiamo dunque ai bambini qualcosa che pensiamo possa interessarli.
C’è solo l’imbarazzo della scelta: costruzioni, disegno, peluche, bambole, macchinine, libri, kit creati apposta per le bambine. Vedrete che la loro fantasia li porterà a creare, con pupazzetti o bambole, infinite storie. Non dimenticate che il gioco è fondamentale per il bambino, e più questo è stimolante e fantasioso, maggiore sarà il suo sviluppo creativo ed intellettivo.